In Adventure, Adventure Africa

Il Sudafrica è il paese che occupa tutta l’estremità meridionale dell’Afica, con l’eccezione di due aree di dimensioni minori occupate dall’enclave del Lesotho e dallo Swarziland. La lunga linea costiera si affaccia a ovest e sudovest sull’Oceano Atlantico e ad est e sudest sull’Indiano, con il punto di demarcazione fra i due oceani convenzionalmente collocato in corrispondenza del promontorio sudafricano di Cape Agulhas; l’incontro delle correnti oceaniche provenienti dai due oceani influisce fortemente sul clima della costa, causando frequenti marosi, pioggia e tempeste. La geografia interna del paese è dominata da un ampio e complesso sistema di altopiani, in parte desrtici o semi-desertici, delimitati da sistemi montuosi di una certa rilevanza, con alcuni dei picchi più elevati dell’Africa meridionale. I fiumi e i laghi sono pochi e, con pochi eccezioni, di dimensioni ridotte.

QUANDO ANDARE

Il Sudafrica si trova nell’emisfero meridionale e le sue stagioni sono invertite rispetto a quelle dell’Italia e dell’Europa, si può dire che non c’è un periodo più o meno indicato per visitarlo.
Ma che il miglior periodo dipende dal tipo di viaggio che si vuole fare.
Se, si vuole fuggire dai nostri inverni rigidi e abbronzarsi su spiagge da sogno, il periodo migliore è senz’altro dicembre – gennaio.
Una vacanza di Natale sulle spiagge di Durban e della North Coast, fronte Oceano Indiano, sono quanto di più azzeccato e piacevole possa esistere.
Se, invece, il desiderio è quello di osservare la fauna selvatica, consacrandosi ai safari fotografici (soprattutto nel Parco Nazionale Kruger), il periodo migliore va dal nostro fine inverno a primavera inoltrata, quando savane e boscaglie sono ancora brulle e consentono di avvistare bene gli animali.
Nei mesi estivi, quando erbe e arbusti crescono considerevolmente, il paesaggio è sicuramente più bello, ma i safari molto meno emozionanti.
Nei mesi più freddi, è ridotto a zero anche il rischio di contrarre la malaria per le punture delle zanzare.
L’autunno sudafricano (febbraio-aprile) è uno dei momenti migliori per visitare alcune aree metropolitane: Città del Capo, per esempio, è fantastica, con giornate lunghe e soleggiate, e serate fresche, che invogliano a frequentare locali e ristoranti.
Da settembre a novembre, la primavera locale regala le spettacolari fioriture del Northern Cape e del Western Cape (deserto del Namaqua).
Da metà giugno fine ottobre il periodo tra inverno e primavera  , sempre a chi ama la natura, la possibilità di avvistare al largo delle coste le balene australi; le megattere sono invece osservabili tra agosto e dicembre.

Scrivi qualcosa e premere Invio per cercare.